Home » Bonus mobili agenzia entrate e detrazioni irpef: le grandi novità per il 2020 che ti faranno risparmiare

Bonus mobili agenzia entrate e detrazioni irpef: le grandi novità per il 2020 che ti faranno risparmiare

agenzia entrate bonus mobili e acquisto mobili detrazioni

Ad inizio 2019 c’è stata una grande novità per quel che riguarda l’acquisito di arredi ed elettrodomestici. L’Agenzia delle Entrate permetterà di accedere a una detrazione Irpef del 50% sull’acquisto di elettrodomestici e arredi a chiunque abbia avviato una ristrutturazione del proprio appartamento nel 2019.

 

agenzia entrate detrazioni mobili

Questo bonus mobili rientra nella Legge di Bilancio 2019 (puoi scaricare il testo della legge a questo link). A tutti gli effetti, è un’occasione importante per risparmiare sull’acquisto di grandi elettrodomestici, come forni e frigoriferi, e arredi indispensabili, come divanipunti luce, ecc.

Aggiornamento:
Il bonus mobili è stato prorogato per tutto il 2020 con la Legge di Bilancio 2020 (L. 160/2019) . Se vuoi usufruire delle detrazioni fiscali sui mobili non dimenticarti che possono essere “scaricati” solo gli arredi e gli elettrodomestici acquistati per una ristrutturazione.
  • per i mobili ad un elenco “esemplificativo” fornito dall’Agenzia delle entrate nella circolare 29/E/2013;
  • per gli elettrodomestici all’elenco fornito dall’allegato II del d.lgs. 49/2014.

agenzia entrate bonus arredi

Bonus mobili agenzia entrate: detrazione per acquisto mobili ed ecobonus per elettrodomestici

Scopriamo subito quali sono gli sgravi fiscali per acquisto mobili e che cos’è  l’ecobonus arredamento.

Bonus mobili 2020

Quali sono i requisiti per la detrazione fiscale sugli arredi

Prima di scoprire quali sono i requisiti per accedere al bonus mobili dell’Agenzia delle Entrate devi sapere due cose:

  • La detrazione sarà suddivisa in 10 quote annuali (di pari importo).
  • La detrazione è calcolata su una somma massima.
  • Inoltre, è importantissimo ricordare che chi esegue lavori di ristrutturazione su più immobili avrà diritto più volte alla detrazione fiscale!

Come dicevamo, con la nuova Legge di Bilancio, il bonus sugli arredi è stato prorogato fino al 31 dicembre 20200. Ma quali sono i requisiti per accedere al bonus mobili e arredi 2020?

  1. Aver avviato la ristrutturazione dell’immobile nel 2018.
  2. Gli arredi acquisitati devono essere destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.
  3. La data di inizio dei lavori deve essere anteriore a quella in cui si sono acquistati i mobili.
  4. Le spese dei mobili per essere detraibili devono essere pagate tramite bonifico parlante (con dicitura corretta e che riporta la trattenuta all’8%).agenzia delle entrate ecobonus elettrodomestici

Quali beni sono oggetto delle detrazioni se acquisto mobili

Abbiamo già accennato in questo articolo che la detrazione fiscale sugli arredi riguarda tutte le spese sostenute fino al 31 dicembre 2019 e ti permetterà di risparmiare sui mobili. Queste spese devono avere come oggetto:

  • Mobili nuovi e non usati: per esempio, letti, armadi, cassettiere, librerie, tavoli, scrivanie, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, vetrine, materassi.
  • Illuminazione (quella indispensabile, come lampadari, applique, lampade da soffitto).

Quali arredi non rientrano nelle agevolazioni nel bonus mobili agenzia entrate

Purtroppo, nelle agevolazioni, non sono previsti:

  • Porte;
  • pavimentazioni (pavimenti in marmo e parquet);
  • tende;
  • tutti gli altri complementi di arredo.

Bonus elettrodomestici 2020: quello che c’è da sapere

Quali tipi di elettrodomestici rientrano nel bonus mobili ed elettrodomestici 2019? Eccoli qua:

  • Grandi elettrodomestici nuovi, con classe energetica di almeno A+ (dove prevista). Se si acquista un forno, deve essere almeno di classe A
  • Elettrodomestici dotati di etichetta energetica
  • Lavatrici
  • Frigoriferi
  • Asciugatrici
  • Lavastoviglie
  • Forni
  • Piastre a induzione
  • Piastre riscaldanti
  • Forni a microonde
  • Stufe elettriche
  • Ventilatori elettrici
  • Condizionatori
  • Macchine del gas e tutti gli apparecchi di cottura.

Cosa devo fare per avere la detrazione con il bonus mobili e il bonus elettrodomestici 2019?bonus mobili agenzia entrate

Se vuoi sapere di quali documenti hai bisogno per accedere ai bonus sugli arredi e sugli elettrodomestici, varati con la Legge di Bilancio, sappi prima di tutto che dovrai acquistare i prodotti con:

  • Bonifico bancario
  • Carta di debito
  • Carta di credito.

Quello che assolutamente non devi fare quando acquisterai i prodotti è

  • Pagare con assegno bancario
  • Pagare in contanti.

Se ho acquistato un prodotto a rate posso accedere ecobonus elettrodomestici o alle agevolazioni sull’acquisto di mobili?

Se hai rateizzato l’acquisto, non ti preoccupare. La detrazione è ammessa anche per chi ha acquistato con un finanziamento a rate.

Ma c’è una condizione: la società che eroga il finanziamento deve pagare il corrispettivo con bonifico o carta e deve rilasciare una copia della ricevuta del pagamento al cliente.

 

Quali documenti servono per le detrazioni fiscali acquisto mobili e le detrazioni elettrodomestici?

Quando si acquistano arredi ed elettrodomestici per un immobile da ristrutturare, i documenti da conservare per accedere alle detrazioni Irpef elettrodomestici e mobili sono:

  • Ricevuta del pagamento: ricevuta del bonifico o ricevuta della transazione per i pagamenti con carta di credito.
  • Fatture di acquisto in cui si riporta: quantità dei beni acquistati, natura dei prodotti.

Inoltre, dal 2018, bisogna comunicare all’Enea gli acquisti di elettrodomestici per i quali si ha diritto al bonus. Visita questo link per informazioni aggiuntive.

detrazioni mobili

Ricapitoliamo le Detrazioni acquisto mobili e detrazione elettrodomestici 2019!

  • In sintesi, il bonus mobili 2020 è pensato per chi ha effettuato una ristrutturazione della propria casa entro il 2018.
  • Il bonus permette di accedere a uno sgravio fiscale per chi acquista arredi ed elettrodomestici.
  • Chi possiede i requisiti per accedere al bonus può beneficiare di una detrazione Irpef ben del 50% delle spese sostenute.
  • La detrazione è valida per le spese sostenute non superiori a 10.000€.
  • Dalle spese si ha diritto a detrarre il 50% (per esempio da 10.000€, puoi detrarre 5.000€).
  • La detrazione sarà rimborsata in 10 quote annuali di pari importo (se hai diritto a detrarre 5.000€, questi soldi ti saranno rimborsati in 10 anni. In questo caso, ogni rata annuale sarà  di 500€).
Link utili:

730 precompilato: tutto quello che serve sapere per sfruttare al meglio le detrazioni fiscali

 

 

Hai scoperto il bonus mobili e sei alla ricerca di nuovi arredi per la casa?

Questo bonus sull’acquisto dei nuovi mobili è davvero una bella notizia. Acquistare nuovi arredi è diventato ancora più conveniente!

Se vuoi risparmiare davvero sui mobili per la tua casa, però,  non ti basterà usufruire del bonus mobili.

Quello che devi fare è acquistare arredi per la casa a prezzi super convenienti. Perché? Semplice, per la formula:

Arredi di qualità a costo basso + Detrazioni Irpef del 50% = Risparmio assicurato

Quindi, il nostro consiglio è quello di visitare il catalogo del più grande negozio online specializzato in soluzioni d’arredamento per casa, ufficio e locali commerciali e scegliere i mobili che più ti piacciono!

Arrediorg.it garantisce spedizioni assicurate e una politica di Soddisfatti o rimborsati senza mezzi termini!

Potrai pagare in tutta sicurezza con Paypal e Bonifico Bancario, oppure scegliere la formula Pagamento in contrassegno. Arrediorg.it emetterà tutte le ricevute di cui hai bisogno per accedere alla detrazione fiscale del bonus mobili 2020!

Scopri subito il catalogo di arredi e illuminazione per la casa di Arrediorg.it!

acquisto mobili detrazioni

 

Un pensiero su “Bonus mobili agenzia entrate e detrazioni irpef: le grandi novità per il 2020 che ti faranno risparmiare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto